info

sincro@bergamonuoto.it
sincrobergamo@gmail.com

Irina cell. 349 2339296
Cinzia cell. 349 8072136

Il nuoto sincronizzato, o nuoto artistico, come decretato dalla Fina alle Olimpiadi estive del 2016, ha origini molto antiche: in epoca romana infatti la “danza nell’acqua” era un’attività artistica comunemente utilizzata come intrattenimento durante le feste patrizie, come testimoniano gli affreschi ed i mosaici delle ville romane.

Inizia ad acquistare una certa fama negli anni Cinquanta quando Ester Williams porta nel cinema americano le evoluzioni acquatiche delle pioniere del sincro.

E’ proprio negli Stati Uniti che questo sport si sviluppa fino a diventare disciplina olimpica: il primo campionato americano è del 1945 e già nel 1950 la squadra nazionale statunitense si esibisce in Europa. Nonostante nello stesso anno il nuoto sincronizzato venga riconosciuto come disciplina sportiva dall’Accademia Internazionale dell’Arte Acquatica, molti continuano a considerarlo più come una forma artistica che come uno sport. La prima edizione dei campionati italiani data 1977 e nel 1984 il sincro fa la sua prima apparizione alle Olimpiadi di Los Angeles.
L’americano Bill May inaugura la presenza maschile in questo sport, seguito da molti altri e in particolare dal nostro Giorgio Minisini che in pochi anni compie un’impresa epocale diventando campione mondiale.

Il nuoto sincronizzato a Bergamo nasce quasi cinquant’anni fa, quando la A.S.D. Bergamo Nuoto ancora non esisteva. L’attuale società nasce infatti nel 1995 dall’unione di Libertas, Rarinantes e Nuotatori Orobici. Il sincro muove i suoi primi passi con la Rarinantes contando su mezzi tecnologici non proprio all’avanguardia: solo dopo più di dieci anni le ragazze potranno sentire la musica sott’acqua grazie al diffusore subacqueo!

Sotto la guida prima di Lisetta Cortinovis poi di Irina Marieni Saredo, Marianna Stucchi e Cinzia Ghitti, le atlete della squadra bergamasca iniziano ad ottenere buonissimi risultati ai campionati regionali e a qualificarsi per i campionati italiani.
Negli ultimi anni il sincro bergamasco si arricchisce di un folto gruppo di “Propaganda”, un settore semiamatoriale con un circuito di gare a se’.

L’impegno per i prossimi anni è di puntare nuovamente sul settore agonistico, contando sull’apporto di un tecnico d’eccellenza, Valeria Alexandrovna, campionessa internazionale di nuoto sincronizzato.